mercoledì 26 settembre 2012

....."Krapfen"?... al forno



Confesso che da molto tempo volevo provare questa ricetta ma ciò che mi tratteneva è che il krapfen o bombolone come lo chiamiamo in Italia secondo me è buono perchè è fritto ed ha quel caratteristico sapore perchè è fritto...Se si cuoce in forno è di sicuro più leggero e ti senti meno in colpa ma non avrà quel gusto paradisiaco che assapori quando ne addenti uno fresco di pasticceria...Bè ammetto che avevo ragione...non che ci volesse molto x capirlo,però ho voluto sperimentarlo di persona spinta dalla curiosità dopo essermi ritrovata sotto gli occhi, per l'ennesima volta,questa ricetta.Con questo non voglio dire che non sia buona anzi  si ottengono delle brioshine,sì perchè diciamolo i krapfen sono tutta un'altra cosa,morbide morbide e dal gusto delicatissimo che potete farcire a vostro piacimento con crema pasticcera o marmellata oppure nutella.
Insomma alla fine posso confermare che  il risultato è appagante  e si può fare e che le persone che li hanno assaggiati hanno molto apprezzato!


Ingredienti per circa 10 pz:

500 g farina manitoba
70 g burro morbido
2 uova medie a temp. ambiente
2 cucchiaini di lievito birra secco
180 ml latte tiepido
100 g zucchero
un pizzico di sale
la buccia grattugiata di un limone o una bustina di vanillina
zucchero a velo qb
crema pasticcera, marmellata ecc...

Come si fa:

Sciogliete in una capace ciotola il lievito nel latte tiepido ed aggiungete lo zucchero in modo che il lievito si attivi,dopo qualche minuto aggiungete la buccia di limone o la vanillina e le uova. Mescolate bene ed aggiungete la farina ed il burro morbido a pezzetti,lavorate bene l'impasto fino ad ottenere una pasta morbida,liscia ed omogenea.
Fate lievitare in una ciotola coperta fino al raddoppio, circa un'ora.
Stendete la pasta ad uno spessore di circa 5 mm con il mattarello e con il coppapasta di diametro 10 cm ritagliate le brioshine-krapfen  che metterete a lievitare su teglie foderate di carta forno al calduccio e lontano da correnti d'aria (io di solito li metto nel forno spento e chiuso), per almeno un 'oretta ma anche due se avete tempo,ci guadagnerà la morbidezza.Ma se allungate i tempi di lievitazione è bene sapere che dovete usare la farina manitoba che in quanto farina di forza rispetto alla 00 sopporta bene le lunghe ore di lievitazione ,questa è una regola valida x tutti i lievitati dolci e salati.
Cuocete in forno già caldo alla temperatura di 180° per 15/20 minuti devono dorarsi bene ma non scurirsi troppo.
Una volta freddi farcite a piacere e spolverizzate con zucchero a velo.






Ciao

^___________^

Lory.


Ricetta originale qui

4 commenti:

Yrma ha detto...

Loryyyyy, che idea meravigliosa!!!Io i krapfen non li mangio quasi mai proprio perchè fritti...;-) Complimenti;-) Un bacio

Cristina ha detto...

Anche per me il fritto è una rarità per cui approvo in pieno!!!
Segno subito la ricetta, grazie ^_^

Cucina che ti passa - RUMI - ha detto...

Lory ma cosa vedono i miei occhi?? i miei amati krapfen e pure cotti al forno!!!
mi piace mi piace mi piaceeeeee!!!
bravissima!

PS: ti andrebbe di partecipare alla mia raccolta di Halloween?
http://www.cucinachetipassa.info/2012/10/prima-raccolta-di-ricette-per-halloween.html
bacioni

monica ha detto...

ottimi anche al forno, anche se fritti fritti. però una variante da testare. grazie per averla condivisa. buon fine settimana!!! mony